Presentazione

“La macchina fotografica è per me un blocco di schizzi, lo strumento dell’intuito e della spontaneità. Fotografare è trattenere il respiro quando le nostre facoltà convergono per captare la realtà fugace; a questo punto l’immagine catturata diviene una grande gioia fisica e intellettuale. Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. È porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore. È un modo di vivere. (da Henri Cartier-Bresson, Contrasto, 2004)”

Mi chiamo Floriana Di Giorgiosono una psicologa, psicoterapeuta junghiana con il Gioco della Sabbia, membro dell’AISPT (Associazione Italiana Sand Play Therapy).

La mia passione per la fotografia ha origini lontane, in quanto sin da piccola ho avuto la fortuna di avvicinarmi a quest’arte, anche se mai come professionista, ma solo come curiosa. Sono sempre rimasta affascinata dallo spiare il mondo attraverso l’obiettivo per poi rendersi conto di quanto, in realtà, in questo gesto si nascondesse un racconto di me stessa e della mia interiorità.

La mia passione per la fotografia si è poi unita alla mia professione e da qui è nato il mio interesse al rapporto tra psiche e foto, interesse che si è poi concretizzato sia nella ricerca di materiale sempre nuovo su quest’argomento, sia nella creazione di laboratori espressivi e di progetti nelle scuole. Attraverso la fotografia, nella sua accezione di medium artistico, ho avuto la possibilità di conoscermi in profondità e di aiutare gli altri ad ascoltarsi attraverso le proprie foto e a dar voce ad emozioni non esprimibili attraverso le parole.

A novembre del 2012, inoltre, ho avuto la possibilità di partecipare ad un workshop tenuto da Judy Weiser sulle tecniche di fototerapia all’interno del social festival di fotografia, tenutosi a Spello (PS). Sul rapporto fotografia-psicologia ho anche scritto diversi articoli psychomedia; fotografia metafora di noi stessi e del nostro tempo; intervista; il doppio nella fotografia) e ho partecipato a diversi convegni come relatrice. Ultimamente mi sono occupata soprattutto del rapporto tra Fotografia e Sogno.

Alcuni anni fa con un gruppo di colleghi abbiamo creato NetFo (Network Italiano Fototerapia Fotografia Terapeutica Fotografia Sociale) con l’intento di diffondere e promuovere la cultura fotografia nella relazione d’aiuto. Nel 2017 NetFo ha proposto il primo corso intensivo presso la Cittadella di Assisi.

Per ulteriori informazioni su quello che faccio e su quest’argomento potete contattarmi tramite email:

floriana.digiorgio@gmail.com

Per parlare di Fotografia e Psicologia con me e con altri utenti potete visitare ed iscrivervi al gruppo facebook: Fotografia e Psicologia

cartierbressonA

Annunci

57 Risposte to “Presentazione”

  1. che il tuo percorso sia lungo come i pensieri che attraversano e attraverseranno questo sentiero, e ricco di emozioni tanto a poterne riempire l’orizzonte ! con affetto Milo

  2. dilettante o meno stai riuscendo a stupirmi man mano che ti conosco.

  3. Grazie mille per le bellissime parole che mi avete lasciato. Spero che continuiate a seguirmi in questo percorso facendone parte.

  4. ciao floriana (posso darti del tu vero?)
    sono contento di aver trovato questo blog e sto leggendo gli articoli con grande interesse. Da tempo ero alla ricerca di un punto di connessione tra la mia più grande passione (la fotografia) e il mio campo di studi (studio psicologia all’università di catania). Spero che questo progetto possa andare avanti e crescere sempre di più!

    • Ciao Francesco,
      sono sempre molto contenta di incontrare persone che condividono la mia passione per la fotografia e vogliono legarla alla psicologia. Mi fa piacere che trovi il blog interessante e spero che tornerai a scrivere in modo da poterci confrontare sul argomento.
      Grazie
      Floriana

  5. Ciao Floriana,
    condivido il tuo interesse per la fotografia come ricerca ed espressione delle proprie emozioni. La fotografia è la finestra sul nostro mondo interno, che ci permette di conoscere l’altro e di farci conoscere dagli altri. Complimenti per il blog!!!

    • Ciao Rosita,
      grazie per aver visitato il mio blog. Hai proprio ragione la fotografia è un occhio esterno che ci scruta internamente e ci mette a nudo a noi stessi e agli altri. Grazie. Floriana

  6. Salve…
    Sono una ragazza di 19 anni e volevo impostare la mia tesina per l’esame di maturità sulla fotografia, frequento l’istituto professionale per i servizi sociali, e psicologia è una delle materie d’indirizzo…il suo articolo mi è stato non utile, utilissimo!!La ringrazio di cuore per avermi tirato fuori da una situazione di stallo!!Le dispiacerebbe se la citassi durante la mia presentazione??

    • Salve,
      sono davvero molto contenta di esserle stata utile e onorata di poter essere citata durante la sua presentazione. Per ogni altro chiarimento o aiuto mi contatti!
      buon lavoro

  7. Complimenti. Interessante il connubio foto/immagine-psiche. Ho letto che ti interessa acnhe l’aspetto pedagogico-educativo nel rapporto genitori-figli. Mi piacerebbe scambiare qualche pensiero con te. Mi occupo di età evolutiva e sono tra l’altro il Co-Presidente del Movimento per l’Infanzia della Basilicata.
    Saluti
    Sebastiano Zirpoli

    PS: ho incontrato il tuo nominativo sulla bacheca di Aldo Schiavone, amico comune, e mi sono permesso di chiedere la tua amicizia su facebook.

    • Ciao Sebastiano,
      grazie mille per aver visitato il mio blog e per aver apprezzato la mia idea di connubio. Si sono una psicologa e mi interessa molto il rapporto genitori-figli. Ti ho aggiunto su fb così possiamo scambiarci delle idee. Mi piacerebbe molto, inoltre, trasportare il mio lavoro con le foto anche nella mia terra.
      a presto
      Floriana

  8. ciao floriana sono rosanna piacere di conoscerti. sono una studentessa di psicologia alla sapienza roma e vorrei presentare una tesi sul rapporto foto e psiche. potresti propormi della bibliografia? saranno utili anche i tuoi preziosi suggerimenti. grazie e complimenti per il lavoro che fai.

    • Ciao Rosanna,
      per quanto riguarda la bibliografia puoi trovare dei suggerimenti collegandoti alla sezione “libri”. Sul rapporto specifico tra fotografia e psicologia esistono pochi scritti e dipende molto dall’argomento specifico della tua tesi, in modo da integrare la parte teorica con altre teorie collegabili con la fotografia. per qualsiasi cosa contattami o qui o tramite email: floriana.digiorgio@gmail.com
      buon lavoro!

  9. Ciao anche io come te nutro un profondo interesse per la fotografia!

  10. Ciao Floriana, volevo dirti che la tua foto è bellissima
    Sono d’accordo con te, la fotografia è qualcosa di straordinario, si un blocco di scizzi, naturalmente schizzi con grandi significati.
    Una famosa fotografa, Diane Arbus,disse:”Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate”..ho solo 24 anni e la fotografia è davvero il modo migliore, per me come per te e per molti altri nel mondo,di iprimere quell’attimo, che come tutte le foto ha la sua storia, o magari riuscire a mostrare agli altri la propria.
    Complimenti anche per il lavoro che svolgi, associare le due cose credo che sia un cocktail perfetto!
    Tornerò a trovarti.
    Ciao.

    • Ciao e grazie sia per il bellissimo commento sia per aver lasciato un’importante testimonianza del tuo rapporto con la fotografia.
      a presto

  11. Buon giorno,
    ho scoperto il sito solo oggi….mea culpa. Molto molto interessante. Grazie davvero per queste piccole perle. Credo che ci siamo conosciuti a Bologna quando ho presentato il progetto “Punctum”. Mi sbaglio? in ogni caso è un piacere averla incontrata nella rete.
    Antonello Turchetti

    • Salve Antonello,
      grazie per essere passato da queste parti. Purtroppo non ci siamo conosciuti a Bologna perchè non ero presente alla sua presentazione.

  12. Ciao Floriana,
    complimenti per il blog, molto molto interessante l’associazione
    fotografia-psiche. Mi chiamo Veronica, ho studiato psicologia
    alle superiori e adesso sto finendo la triennale in Accademia di
    belle Arti, indirizzo fotografia. Mi piacerebbe incentrare la
    tesi su questo connubio, essendo sempre stata interessata anche
    alla psicologia! Certo non saprei da dove iniziare..
    Suggerimenti??grazie:)

    • Ciao Veronica,
      ti consiglio di dare uno sguardo ai diversi articoli presenti sul blog e ai libri in bibliografia, in modo da farti un’idea e indirizzare meglio il tuo lavoro.
      In ogni caso per qualsiasi chiarimento sono qui.
      buon lavoro!

  13. ho sempre pensato che la psicologia e la fotografia siano legate da qlcosa di profondo.amo le foto e amo la psicologia.sin da piccolo qnd guardavo una foto riuscivo a cogliere i sentimente.spesso qnd scatto delle foto mi soffervo sui volti delle persone.e come se li’ in quell’istante riuscissi a cogliere qlcosa di loro.davvero complimenti per il lavoro che svolgi veramente bello!grazie

    • Ciao Sebastiano,
      attraverso l’esperienza hai colto il legame profondo tra le proprie emozioni e il fotografare.
      Grazie e continua a fotografare in modo così emotivo!

  14. Mi piace notevolmente, ho scoperto il sito da poco e sono interessata….voglio riprendere una mia passione da un po’ di tempo sospesa per motivi di salute, la fotografia e la psicologia.

    • Salve Stella, grazie per aver visitato il sito e spero che tornerai presto da queste parti e soprattutto che riuscirai a riunire le tue due passioni.
      a presto
      Floriana

      • Ciao Floriana, sono felice accolto con un benvenuto e con l’augurio di riuscire a riprendere le mie passioni forzosamente e tristemente lasciate in sospeso…..
        Posso chiederti se vivi a Roma? non rispondere se la mia domanda è per te invadente ed inopportuna, hai ragione e scusami da subito, non voglio metterti in imbarazzo.
        A presto.

  15. Ciao Floriana, sono felice che tu mi abbia accolto con un benvenuto e con l’augurio di riuscire a riprendere le mie passioni forzosamente e tristemente lasciate in sospeso…..
    Posso chiederti se vivi a Roma? non rispondere se la mia domanda è per te invadente ed inopportuna, hai ragione e scusami da subito, non voglio metterti in imbarazzo.
    A presto.

    Stella ha detto questo su settembre 13, 2011 a 1:45 pm

    • Ciao Stella, spero davvero di tutto cuore che ci riuscirai…tienimi informata.
      Si abito e lavoro a Roma.
      a presto.

      • Grazie, lo farò! Riprenderò quel che ho lasciato in sospeso e ti terrò informata. Anche io abito e lavoro a Roma. Ti aspetto a presto. Stella

  16. Gostei muito do seu texto. Sou psicóloga clínica e amo fotografia.

  17. Ciao Floriana, come sai anch’io sono interessato ai tuoi studi essendo da sempre cultore del significato fotografico. Congratulazioni per la tua iniziativa a cui non mancherò di contribuire come posso. Marco Fodde

    • Ciao Marco, grazie per essere venuto a visitare il mio blog e per i tuoi contributi futuri. a presto. Floriana

  18. Ciao!
    Ti ho trovata per caso su fb…abbiamo molte cose in comune, psicologa come te ed amante della fotografia come te 🙂

  19. Blog stupendo. Adoro la fotografia, per me è una forma di comunicazione, una passione e parte integrante della mia quotidianità. E’ un mezzo per esprimere che va aldilà delle parole, spesso scontate. Complimenti.

    • Ciao, grazie mille per il bellissimo commento e per essere passata di qui. E’ sempre bello trovare persone che condividono la stessa passione!

  20. Molto bello il blog Floriana

  21. Ciao Floriana, complimenti per il tuo ricco blog. Condividiamo entrambe l’interesse verso la psicologia e fotografia. Anch’io sono psicologa e psicoterapeuta da parecchio, mentre da poco mi sto accostando alla fotografia. Ti seguirò!

    • Ciao Marilena,
      grazie per essere venuta sul blog. Mi fa davvero piacere incontrare persone con cui condividere lavoro e passioni. A presto.

  22. Da quando mi occupo di immagini son passati 30 anni , e devo ancora imparare molto . Ho letto di come descrivi la tua passione , e la tua curiosita ti abbiano avvicinato al magico mondo della creativita’ fotografica la tua sensibilita’fa’ testo di come ti esprimi attraverso l’immagine. Carlo Cesolini Photographer

  23. Ciao Floriana,
    mi imbatto felicemente in questo blog, che ora comincio a seguire, proprio per gli interessi in comune che abbiamo, l’immagine e la psicologia (io nasco come illustratrice, sono diventata psicologa, e ora mi avvicino alla fotografia :)). Sto cercando da poco di coniugare i due ambiti, e mi fa piacere trovare qualcuno che percorre una strada simile alla mia!!!

    • Ciao Claudia,
      sono davvero molto contenta quando incontro persone che come me tentano di coniugare la fotografia con la psicologia. A presto e grazie.

  24. ciao floriana lo trovo tutto molto interessante, congratulazioni.

  25. in base alla focale che uso, puoi capire il mio stato d’animo.

    • assolutamente no….è un discorso molto più complesso. Comprendere l’animo umano non è mai una cosa semplice.

  26. Ciao Floriana,
    sono una studentessa che a luglio lascerà i freddi banchi del liceo classico per trasferirsi in una ancora sconosciuta università! Leggendo la tua presentazione mi sono ritrovata molto in te perchè anche io ho un legame forte con la fotografia, mi è sempre piaciuta, (sarà ormai da cinque anni che faccio fotografie, dalle più serie a quelle quotidiane in famiglia e con amici) ma che ovviamente vorrei intensificare. Mi piacerebbe però anche studiare meglio gli aspetti della psiche e della mente umana..
    non so perchè ma in questi ultimi tempi mi sono sempre interrogata per esempio sui rapporti tra la gente.. amicizia, amore, situazioni sfavorevoli all’interno di gruppi (è possibile che sia solo una fase della crescita 😉 ) Insomma volevo un consiglio: cosa dovrei fare? continuare la mia passione per la fotografia e i multimedia in generale (perchè mi piace molto anche il cinema) oppure provare a specificarmi in una materia che mi incuriosisce?
    Saluti
    Matilde

    • Ciao Matilde, il mio consiglio (difficile da darsi visto che non ti conosco) e di seguire le passioni ed ascoltare dove ti portano…tanto se sono vere passioni in un modo o nell’altro ti riportano su quella strada. E’ difficile scegliere dopo il liceo, ci sono tanti fattori in mezzo e non è mai semplice progettare il futuro. in bocca al lupo e non abbandonare i tuoi sogni.

  27. Ciao Floriana, sono una fotografa professionista ( ma anche giornalista, film-maker, regista, pittrice, scrittrice, mi occupo di arte a 360 gradi) e mi sto sempre più interessando di arte terapia se organizzi qualche workshop / convegno mi piacerebbe poter contribuire con la mia vision e la mia professionalità

    http://www.barbaraseghezzi.eu qui trovi alcuni esempi dei miei lavori ma c’è molto molto di piu

    ciao

    • Salve Barbara, grazie per aver visitato il mio blog. Per ora non mi sto interessando all’organizzazione di convegni o altro, se ce ne fosse occasione ti farò sapere. buon lavoro.

  28. Ciao Floriana, ti scrivo da Firenze, sono una psicologa e fotografa con il pallino di riunire le mie due grandi passioni. Vorrei sapere se hai in programma eventi formativi , grazie Elena

    • Ciao Elena benvenuta nel Blog. Mi fa sempre davvero molto piacere entrare in contatto con persone che hanno la mia stessa passione. Prossimamente sono in programma i seguenti eventi formativi: “workshop intensivo di fototerapia e fotografia terapeutica” (per info: http://www.lucegrigia.org/#!netfo/cq73) e “Immagini in azione tra sogno e realtà. Percorso autobiografico attraverso il linguaggio autobiografico (per info: https://www.facebook.com/events/723492504439524/). Ti terrò aggiornata per i prossimi eventi. Consultando anche sul blog la sezione “eventi” puoi trovare eventi formativi organizzati in Italia sulla tematica fotografi-psicologia sempre aggiornati.

      un caro saluto e spero ti incontrarti presto, Floriana

  29. ciao Floriana. io invece sono un operatore di riprese appassionato di fotografia. io invece mi chiedo se mi puoi aiutare ad affrontare un argomento: quello dello scollamento tra il come vedo io l’immagine e come la vede il soggetto ritratto. mi spiego con un esempio: una mia foto di un crocefisso è stata utilizzata per la copertina di un opuscolo sulla quaresima nella mia diocesi…il crocefisso è nero su sfondo della parete della chiesa illuminata dal sole. a me piace molto questa immagine, ma a qualcuno ha dato un senso di angoscia. mi chiedo: quali sono i criteri generali che possono rendere una foto gradevole al pubblico e come “devo pensarle” le immagini? dove e come si incontrano la mia interpretazione e quella del pubblico? tieni conto che mi occupo anche e soprattutto di wedding, dove capita spesso di spendere energie per ottenere belle immagini (controluce, luci di spalla, silhouette) e poi vedercele smontate in 2 minuti…

  30. Buongiorno! Sono contenta di aver incontrato questo blog. Sono iscritta al gruppo facebook fototerapia e fotografia terapeutica e mi piacerebbe avere un riscontro su un progetto fotografico per immigrati in un centro d’accoglienza. Sono una psicologa e sarei interessata a trovare uno spazio anche virtuale per la condivisione e progettazione. un saluto Paola Pascale

    • Buongiorno Paola e benvenuta! Può scrivermi al seguente indirizzo email: floriana.digiorgio@gmail.com. Può trovare ulteriori informazioni anche su Facebook al gruppo “Fotografia e Psicologia”

    • Ciao Gianfranco, quando ci confrontiamo con un’immagine, quale essa sia foto, dipinto e così via, si innescano i cosiddetti meccanismi di proiezione e identificazione, per cui sull’immagine proiettiamo, ossia “ci mettiamo sopra” le nostre emozioni, le nostre sensazioni e così via, in base ai nostri vissuti e le nostre esperienze, per cui l’immagine assume un significato diverso in base alle nostre esperienze e alla nostra sensibilità. lo stesso è amplificato dal meccanismo dell’identificazione per cui di identifichiamo con parti dell’immagine o in toto in base ai nostri vissuti. Per cui che dire l’artista comunica un messaggio, ma poi l’opera assume un significato diverso in base all’occhio che guarda. Se ti capita prova ad ascoltare cosa dice la gente alle mostre sulle stesse identiche immagini, ne scoprirai davvero delle belle! buon lavoro e a presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...